Skip to content

Novembre 2017

novembre 18, 2017

mercoledì 1 novembre

MATTINA_Il principe e l’artista: viaggio tra il Cristo velato e le altre opere del Sanmartino

Un itinerario alla scoperta di uno dei più grandi scultori del Settecento, tra piazze,vicoli, chiese del centro storico di Napoli: un percorso che intreccerà storia e storie, arte e tradizione, una passeggiata che vi accompagnerà tra le bellezze del centro facendo risaltare luoghi vissuti il più delle volte solo distrattamente. Fulcro della visita sarà la celebre Cappella Sansevero con l’opera più famosa di Giuseppe Sanmartino, quel Cristo velato che tanta ammirazione ha suscitato sin dalla sua prima apparizione sulla scena artistica. 

Programma

MATTINA_Scendendo il Moiariello: passeggiata tra storia e panorami

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una piacevole passeggiata tutta in discesa, tra vicoli, palazzi nobliari e scorci panoramici di una bellezza unica! Da via Capodimonte scenderemo il primo tratto di via Moiariello, la cui etimologia deriva probabilmente dal termine moggio, antica misura di superficie agraria. Da qui si scorge la torre del Palasciano, corpo architettonico più noto di un grande complesso in stile neorinascimentale voluto in età post unitaria dal medico precursore della croce rossa, Ferdinando Palasciano. Percorreremo poi via Ottavio Morisani, chiamata anche la Posillipo dei poveri per il suo  panorama che si affaccia sul Golfo di Napoli, mostrandoci il Vesuvio, la penisola Sorrentina, Capri, San Martino, le cupole del centro storico! Proseguendo per altri vicoli ricchi di storia, arriveremo nel rione Sanità. 

Programma

*****************

sabato 4 novembre

MATTINA_Visita guidata al Complesso Monumentale di Santa Chiara

Alla scoperta di uno dei più grandi complessi monastici della città di Napoli  che si snoda all’interno della cittadella francescana. Oggi visitare il complesso significa ammirare la magnifica basilica, dove Giotto operò con la sua maestria, attraversarne la storia con il Museo dell’Opera e l’Area Archeologica, restare stupiti dal bellissimo Chiostro Maiolicato e soffermarsi nella contemplazione della Sala del Presepe del ‘700.

Programma

*****************

domenica 5 novembre

MATTINA_Villa Pignatelli e lo splendore riconquistato: visita pomeridiana alla Villa restaurata e al Museo delle carrozze

La cooperativa SIRE vi invita alla riscoperta della Villa Pignatelli, riaperta il 19 dicembre dopo una lunga attività di restauro che, in sei mesi, ha riportato all’antico splendore una delle più straordinarie testimonianze della stagione neoclassica napoletana.

Programma

MATTINA_La villa di Poppea ad Oplonti: Viaggio nell’aristocrazia romana

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire invita tutti ad un emozionante viaggio archeologico: conosceremo la meravigliosa Villa di Poppea a Oplonti.

Programma

POMERIGGIO_Tutti al MANN: visita al Museo Archeologico Nazionale

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire vi invita a scoprire uno dei musei più importanti d’Italia, il Museo Archeologico Nazionale. Il percorso prevede un’immersione nel mondo dell’archeologia all’interno di uno dei primi musei costituiti in Europa. 

Programma

*****************

sabato 11 novembre

POMERIGGIO_Il Duomo di Napoli e la cappella del Tesoro di San Gennaro: arte e fede attraverso i secoli

La visita riguarderà ilò Duomo di Napoli, scrigno di ricchezze che vanno dal periodo paleocristiano al XVIII secolo: il Battistero, la Cappella di Santa Restituta, la Cappella del Tesoro di San Gennaro

Programma

*****************

domenica 12 novembre 

MATTINA_ SINAGOGA EBRAICA nello Storico Palazzo Sessa

La cooperativa Sire vi invita ad un interessante itinerario organizzato grazie alla disponibilità della Sinagoga di Napoli, tornata a nuovo splendore con i restauri effettuati con il contributo del Ministero Dei Beni Culturali.
Anche se la presenza ebraica in questa città risale al I sec. a. e. v. , come dimostrano le numerose tracce presenti nel tessuto urbano della città e nella toponomastica, la Sinagoga attuale è testimonianza della rinascita ottocentesca della vita ebraica a Napoli.

Programma

*****************

sabato 18 novembre

MATTINA_E te porto p”e  quartiere : visita ai Quartieri Spagnoli

Vi invitiamo ad un affascinante itinerario che ci permetterà di scoprire le ricchezze storico-artistiche dei Quartieri Spagnoli, sorti nel XVI secolo per volere di don Pedro de Toledo tra il Castel Sant’Elmo e la nuova strada a lui intitolata destinata a collegare il centro della città con il Palazzo Vicereale. L’itinerario si articolerà nel reticolo di vicoli che compongono il quartiere Montecalvario, alla scoperta delle loro origini toponomastiche, degli slarghi inaspettati, dei palazzi storici che ospitarono Giacomo Leopardi durante la sua permanenza a Napoli, di complessi religiosi dove la fede è ancora viva e radicata, come il Santuario di Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe. Nel corso della visita si ammireranno, tra le altre cose l’enorme murales dell’artista argentino Francesco Bosoletti, inaugurato da qualche mese, omaggio alla statua Pudicizia del Corradini conservata a Cappella Sansevero.

Programma

POMERIGGIO_Viaggio nella Napoli del Rinascimento: la chiesa di Sant’Anna dei Lombardi a Monteoliveto

La visita riguarderà la chiesa di Sant’Anna dei Lombardi, detta anche di Santa Maria di Monteoliveto, uno dei simboli del Rinascimento toscano a Napoli, alla cui realizzazione parteciperanno artisti come Giuliano e Benedetto da Maiano, Antonio Rossellino e Giorgio Vasari. Fondata nel 1411, fla chiesa, con le sue cappelle e le opere custodite all’interno, testimonia lo stretto legame tra Napoli e la Toscana, dimostrando che già a quei tempi si era insediata in città una fitta “colonia”fiorentina di mercanti, artigiani e banchieri. Degne di nota, inoltre, il celebre gruppo in terracotta del Compianto di Cristo di Guido Mazzoni (1492), formato da otto statue a grandezza naturale che, secondo la tradizione, rappresenterebbero proprio i sovrani aragonesi e la Sagrestia Vecchia, già refettorio, splendido ambiente con volte affrescate nel 1544 da Giorgio Vasari.

Programma

*****************

domenica 19 novembre

MATTINA_Rione terra: viaggio nella Puteoli romana

Siete tutti invitati a partecipare ad una visita speciale in compagnia di Sire Coop alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli. L’itinerario partirà dalla cattedrale del Rione Terra, riaperta dopo cinquant’anni dall’incendio che nella notte tra il 16 il 17 maggio 1964  la distrusse completamente.  La visita proseguirà con il Percorso Archeologico Sotterraneo grazie al quale scopriremo inaspettate bellezze. Un luogo strategico, posto in posizione sopraelevata allo scopo di tenere sotto controllo il territorio circostante sia nelle rotte marittime che in quelle terrestri, fu abitato sin dal II secolo a.C., ma è in epoca romana, al tempo di Augusto, che Puteoli, rappresenterà un importante crocevia di traffici commerciali, diventando una “parva Roma”, per la magnificenza e l’eleganza dei suoi edifici ai quali lavorarono maestranze sceltissime, formatesi direttamente sugli insegnamenti dei grandi cantieri augustei di Roma.

Programma

MATTINA_Tra santi e misericordia: visita alla chiesa e alla quadreria del Pio Monte

La visita si svolgerà nell’antica sede dell’ Istituzione benefica, il Pio Monte della Misericordia, fondata nel 1601 da sette giovani nobili napoletani che, ispirandosi alle sette Opere della Misericordia Corporale, si dedicavano a numerose opere assistenziali e caritatevoli. Questo sodalizio, a differenza di molti altri che finirono per estinguersi, riuscì a sopravvivere ad eruzioni, pestilenze, rivoluzioni e cambiamenti politici del Regno. Il percorso si snoda attraverso i capolavori della pittura esposti nella Quadreria e nella chiesa di autori come il Caravaggio, Luca Giordano, Battistello Caracciolo, Francesco De Mura. Capolavoro indiscusso dell’Istituzione è senza dubbio la tela di Caravaggio, intitolata Le sette opere di Misericordia, commissionatagli dai Governatori del Pio Monte, che si trova sull’altare maggiore della chiesa.

Programma

*****************

sabato 25 novembre

MATTINA_Barocco al decumano: le chiese di San Giuseppe dei Ruffi e dei Santi Apostoli

Un imperdibile appuntamento con due autentici tesori barocchi poco noti che si aprono lungo il decumano superiore di Napoli. Il percorso ha inizio dalla chiesa di San Giuseppe dei Ruffi, gioiello del centro storico che si erge all’angolo tra via Duomo e via Anticaglia che racchiude al suo interno autentici capolavori, come la cupola affrescata da Francesco De Mura, uno dei protagonisti della pittura del ‘700, tornata all’antico splendore dopo il recentissimo restauro. Si proseguirà verso verso la sontuosa chiesa barocca dei Santi Apostoli, edificata nel cuore di Napoli, in via Anticaglia. Secondo la tradizione la chiesa fu fondata nel 468 dC , ma le prime notizie certe della chiesa si hanno soltanto a partire dal 1530. L’attuale aspetto barocco è dovuto ai lavori di restauro iniziati nel 1609 da Francesco Grimaldi e finanziati con il contributo di diversi nobili locali. 

Programma

*****************

POMERIGGIO_Percorsi di seta lungo il decumano inferiore: da Donatello alla corporazione dell’arte della seta

Un tour per conoscere una Napoli nascosta, lontana dai consueti itinerari turistici. Prima tappa sarà la piccola chiesa di S. Angelo a Nilo, nota anche come Cappella Brancaccio, dalla famiglia che ne commissionò la costruzione nel 1385. La chiesa conserva importanti testimonianze scultoree, in particolare il sepolcro del cardinale Rinaldo Brancaccio eseguito a Pisa tra il 1426-28 e inviato poi a Napoli dal giovane Donatello. La visita continuerà presso la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo dove la fruizione è stata ampliata grazie al lavoro di un gruppo di giovani riunitisi nell’Associazione “Respiriamo Arte”. Ripercorreremo l’interessante storia della Corporazione dell’Arte della Seta. La visita alla chiesa comprende anche di luoghi prima chiusi al pubblico: i locali dietro l’altare maggiore, la sacrestia, l’ipogeo,  i resti archeologici in cui è possibile osservare testimonianze della Napoli cinquecentesca e romana.

Programma

*****************

domenica 26 novembre

MATTINA_Il Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova…tra l’arte rinascimentale e il mistero della tomba di Dracula!

Siete invitati a partecipare alla visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli. Il percorso, realizzato a cura dell’Associazione Oltre il chiostro ONLUS, condurrà alla scoperta dell’antico complesso che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artisti della Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. In particolare, il chiostro piccolo di Santa Maria La Nova è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula.

Programma

 

 

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: