Vai al contenuto

Gennaio 2018

gennaio 24, 2018

Domenica 7 gennaio

MATTINA_Puteoli tour: visita all’anfiteatro Flavio e al Tempio di Serapide

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica diogni mese, la cooperativa Sire vi invita alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli. L’itinerario partirà dall’Anfiteatro Flavioche, per dimensioni è il terzo in Italia, subito dopo quello di Capuae ovviamente dopo il Colosseo di Roma. La visita proseguirà con una passeggiata al così detto tempio di Serapide, in realtà un Macellum, con la sala absidata sul fondo destinata al culto imperiale e degli dei protettori del mercato (tra cui Serapide), ci racconta attraverso le sue colonne il fenomeno vulcanico flegreo con i buchi scavati dai molluschi marini quando il bradisismo le portava sott’acqua.

Programma

POMERIGGIO_Un mistero chiamato Pompei: villa dei Misteri e dintorni

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire vi invita a scoprire la bellezza dell’antica Pompei in particolare di Villa dei Misteri e della area circostante (foro e terme, Necropoli di Porta Ercolano). Un pomeriggio di ottobre in cui godremo del fascino e dell’incanto dello splendido ciclo di affreschi del triclinio nel quale, secondo alcuni studio si, sono rappresentate scene di rito d’iniziazione femminile al matrimonio.

Programma

************************************

Sabato 13 gennaio

POMERIGGIO_I Longobardi, un popolo da riscoprire. Visita alla mostra al Museo Archeologico Nazionale

La Cooperativa SIRE vi invita alla scoperta dei Longobardi, grazie alla bellissima mostra inaugurata il 20 dicembre 2017 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Oltre 300 reperti tra corredi funerari, manoscritti, steli ed iscrizioni, raccolti tra più di più di 80  musei ed enti, ci permetteranno di conoscere la storia, la cultura, le usanze del popolo che nel 568, guidato da Alboino, varcò le Alpi iniziando la sua espansione sul suolo italiano, facendo di Pavia capitale e formando in Campania la Longobardia Minor con Benevento, Capua e Salerno. Un popolo che molto ha influito sulla storia successiva dell’Italia.

Programma

Domenica 14 gennaio

MATTINA_Il Museo della follia nella basilica della Pietrasanta

Il Museo della follia. Da Goya a Maradona. Questo il titolo della grande mostra a cura di Vittorio Sgarbi organizzata nel cuore di Napoli, nella Basilica della Pietrasanta. Oltre 220 opere tra dipinti, sculture, installazioni multimediali ci permetteranno di conoscere la storia di artisti di varie epoche, napoletani e non, tutti accomunati da un unico tema: la follia. Goya, Mancini, Gemito, Ligabue, Bacon, Signorini, la mostra rappresenta un omaggio alla creatività di tutti quegli artisti individuali, fuori dai grandi gruppi, dagli stili dettati dall’epoca, spesso bollati come folli ed internati, ma che dalla loro follia hanno saputo trarre ispirazione per realizzare dei capolavori.

Programma

************************************

Sabato 20 gennaio

MATTINA_Barocco al decumano: le chiese di San Giuseppe dei Ruffi e dei Santi Apostoli

Un imperdibile appuntamento con due autentici tesori barocchi poco noti che si aprono lungo il decumano superiore di Napoli. Il percorso ha inizio dalla chiesa di San Giuseppe dei Ruffi, gioiello del centro storico che si erge all’angolo tra via Duomo e via Anticaglia che racchiude al suo interno autentici capolavori, come la cupola affrescata da Francesco De Mura, uno dei protagonisti della pittura del ‘700, tornata all’antico splendore dopo il recentissimo restauro. Si proseguirà verso verso la sontuosa chiesa barocca dei Santi Apostoli, edificata nel cuore di Napoli, in via Anticaglia. Secondo la tradizione la chiesa fu fondata nel 468 dC , ma le prime notizie certe della chiesa si hanno soltanto a partire dal 1530. L’attuale aspetto barocco è dovuto ai lavori di restauro iniziati nel 1609 da Francesco Grimaldi e finanziati con il contributo di diversi nobili locali. 

Programma

POMERIGGIO_Antonio Ligabue: visita alla mostra al Maschio Angioino

La Cooperativa Sire vi invita a partecipare ad una visita guidata alla mostra promossa dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo e con la collaborazione della Fondazione Museo Antonio Ligabue di Gualtieri dedicata ad Antonio Ligabue. L’esposizione monografica, allestita nella Cappella Palatina del Castel Nuovo, sarà ospitata fino al 18 febbraio 2018  e propone, attraverso oltre ottanta opere – di cui cinquantadue oli, sette sculture in bronzo, una sezione dedicata alla produzione grafica con otto disegni e quattro incisioni e una sezione introduttiva sulla sua incredibile vicenda umana – un excursus storico e critico sull’attualità dell’opera di Ligabue che rappresenta ancora oggi una delle punte più interessanti dell’arte del Novecento.

Programma

Domenica 21 gennaio

MATTINA_SCENDENDO LA COLLINA: Percorso da Capodimonte alla Sanità

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una piacevole mattinata alla scoperta di vicoli stretti e strade scavate nel tufo, ricche di fascino e per lo più poco note, che celano, tra una scalinata e una curva, angoli incantevoli e scorci inaspettati. Da via Capodimonte scenderemo nella cosiddetta zona “dei Cinesi”: qui nel 1724 padre Matteo Ripa fondò una scuola di educazione missionaria per i giovani cinesi che aveva portato con sé da Pechino, il Real Collegio dei Cinesi, primo nucleo dell’odierna Università Orientale. Tra le altre tappe saranno la chiesa di San Severo fuori le mura (esterno), piccoli spazi verdi incastonati tra le strade – alcuni con opere disegnate dal Maestro Riccardo Dalisi, diverse strade del quartiere, fino ad arrivare a palazzo Sanfelice, ultima tappa di un itinerario nel cuore del Rione Sanità!

Programma

POMERIGGIO_L’esercito di terracotta nella basilica dello Spirito Santo

In piazza Sette Settembre, a pochi passi da piazza Dante, sorge l’imponente basilica settecentesca dello Spirito Santo, nota per una delle più grandi ed eleganti cupole che dominano il panorama cittadino. Qui, fino al 28 gennaio 2018, sarà esposta la mostra L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina.

Programma

 

************************************

Sabato 27 gennaio

MATTINA_Passeggiando tra i decumani: da San Lorenzo Maggiore alla Corporazione dell’arte delle seta

Un tour per conoscere la Napoli nota e quella meno nota, lontana dai consueti itinerari turistici: il percorso avrà inizio nel cuore della Napoli greco-romana, l’attuale piazza san Gaetano, prima agorà e poi foro dell’antica Neapolis. La visita alla chiesa di San Lorenzo Maggiore ci premetterà di scoprire un capolavoro straordinario in gotico francese, eretto per volere di Carlo d’Angiò là dove sorgeva una preesistente chiesa paleocristiana. La visita continuerà presso la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo dove la fruizione è stata ampliata grazie al lavoro di un gruppo di giovani riunitisi nell’Associazione “Respiriamo Arte”. Ripercorreremo l’interessante storia della Corporazione dell’Arte della Seta, visiteremo la sacrestia,  l’ipogeo, i locali retrostanti l’altare, i resti archeologici.

Programma

************************************

Domenica 28 gennaio

MATTINA_Carta bianca a Capodimonte: visita alla Collezione Farnese e alla mostra

La Cooperativa SIRE organizza una visita alla scoperta di uno dei musei più importanti d’Italia, il Museo Nazionale di Capodimonte. Il museo ospita la collezioni Farnese, che costituisce il nucleo generativo del patrimonio museale e la cui origine si deve all’azione politica e alle scelte culturali di Alessandro Farnese (1468-1549) che, ancora prima di diventare papa col nome di Paolo III, aveva coltivato l’interesse per il collezionismo artistico e antiquario. Dopo la visita al primo piano, particolare risalto verrà dato alla mostra Carta bianca. Capodimonte Immaginaire, un affascinate percorso “polifonico” ideato dal direttore  Sylvain Bellenger e da Andrea Viliani, direttore del museo Madre di Napoli. La mostra è la sfida lanciata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte a Laura Bossi Régnier, Giuliana Bruno, Gianfranco D’Amato, Marc Fumaroli, Riccardo Muti, Mariella Pandolfi, Giulio Paolini, Paolo Pejrone, Vittorio Sgarbi, Francesco Vezzoli, celebri personalità del mondo della cultura che hanno interpretato le collezioni secondo le proprie sensibilità e hanno riallestito dieci sale del museo, assecondando il loro sguardo e raccontando un’altra visione e un’altra storia del museo, dell’arte e del mondo, scegliendo in piena libertà tra le 47mila opere delle collezioni.

Programma

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: