Skip to content

Gennaio 2018

gennaio 1, 2018

Domenica 7 gennaio

MATTINA_Puteoli tour: visita all’anfiteatro Flavio e al Tempio di Serapide

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica diogni mese, la cooperativa Sire vi invita alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli. L’itinerario partirà dall’Anfiteatro Flavioche, per dimensioni è il terzo in Italia, subito dopo quello di Capuae ovviamente dopo il Colosseo di Roma. La visita proseguirà con una passeggiata al così detto tempio di Serapide, in realtà un Macellum, con la sala absidata sul fondo destinata al culto imperiale e degli dei protettori del mercato (tra cui Serapide), ci racconta attraverso le sue colonne il fenomeno vulcanico flegreo con i buchi scavati dai molluschi marini quando il bradisismo le portava sott’acqua.

Programma

POMERIGGIO_Un mistero chiamato Pompei: villa dei Misteri e dintorni

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire vi invita a scoprire la bellezza dell’antica Pompei in particolare di Villa dei Misteri e della area circostante (foro e terme, Necropoli di Porta Ercolano). Un pomeriggio di ottobre in cui godremo del fascino e dell’incanto dello splendido ciclo di affreschi del triclinio nel quale, secondo alcuni studio si, sono rappresentate scene di rito d’iniziazione femminile al matrimonio.

Programma

************************************

Sabato 13 gennaio

POMERIGGIO_I Longobardi, un popolo da riscoprire. Visita alla mostra al Museo Archeologico Nazionale

La Cooperativa SIRE vi invita alla scoperta dei Longobardi, grazie alla bellissima mostra inaugurata il 20 dicembre 2017 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Oltre 300 reperti tra corredi funerari, manoscritti, steli ed iscrizioni, raccolti tra più di più di 80  musei ed enti, ci permetteranno di conoscere la storia, la cultura, le usanze del popolo che nel 568, guidato da Alboino, varcò le Alpi iniziando la sua espansione sul suolo italiano, facendo di Pavia capitale e formando in Campania la Longobardia Minor con Benevento, Capua e Salerno. Un popolo che molto ha influito sulla storia successiva dell’Italia.

Programma

Domenica 14 gennaio

MATTINA_Il Museo della follia nella basilica della Pietrasanta

Il Museo della follia. Da Goya a Maradona. Questo il titolo della grande mostra a cura di Vittorio Sgarbi organizzata nel cuore di Napoli, nella Basilica della Pietrasanta. Oltre 220 opere tra dipinti, sculture, installazioni multimediali ci permetteranno di conoscere la storia di artisti di varie epoche, napoletani e non, tutti accomunati da un unico tema: la follia. Goya, Mancini, Gemito, Ligabue, Bacon, Signorini, la mostra rappresenta un omaggio alla creatività di tutti quegli artisti individuali, fuori dai grandi gruppi, dagli stili dettati dall’epoca, spesso bollati come folli ed internati, ma che dalla loro follia hanno saputo trarre ispirazione per realizzare dei capolavori.

Programma

************************************

Sabato 20 gennaio

MATTINA_Barocco al decumano: le chiese di San Giuseppe dei Ruffi e dei Santi Apostoli

Un imperdibile appuntamento con due autentici tesori barocchi poco noti che si aprono lungo il decumano superiore di Napoli. Il percorso ha inizio dalla chiesa di San Giuseppe dei Ruffi, gioiello del centro storico che si erge all’angolo tra via Duomo e via Anticaglia che racchiude al suo interno autentici capolavori, come la cupola affrescata da Francesco De Mura, uno dei protagonisti della pittura del ‘700, tornata all’antico splendore dopo il recentissimo restauro. Si proseguirà verso verso la sontuosa chiesa barocca dei Santi Apostoli, edificata nel cuore di Napoli, in via Anticaglia. Secondo la tradizione la chiesa fu fondata nel 468 dC , ma le prime notizie certe della chiesa si hanno soltanto a partire dal 1530. L’attuale aspetto barocco è dovuto ai lavori di restauro iniziati nel 1609 da Francesco Grimaldi e finanziati con il contributo di diversi nobili locali. 

Programma

POMERIGGIO_Antonio Ligabue: visita alla mostra al Maschio Angioino

La Cooperativa Sire vi invita a partecipare ad una visita guidata alla mostra promossa dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo e con la collaborazione della Fondazione Museo Antonio Ligabue di Gualtieri dedicata ad Antonio Ligabue. L’esposizione monografica, allestita nella Cappella Palatina del Castel Nuovo, sarà ospitata fino al 18 febbraio 2018  e propone, attraverso oltre ottanta opere – di cui cinquantadue oli, sette sculture in bronzo, una sezione dedicata alla produzione grafica con otto disegni e quattro incisioni e una sezione introduttiva sulla sua incredibile vicenda umana – un excursus storico e critico sull’attualità dell’opera di Ligabue che rappresenta ancora oggi una delle punte più interessanti dell’arte del Novecento.

Programma

Domenica 21 gennaio

MATTINA_SCENDENDO LA COLLINA: Percorso da Capodimonte alla Sanità

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una piacevole mattinata alla scoperta di vicoli stretti e strade scavate nel tufo, ricche di fascino e per lo più poco note, che celano, tra una scalinata e una curva, angoli incantevoli e scorci inaspettati. Da via Capodimonte scenderemo nella cosiddetta zona “dei Cinesi”: qui nel 1724 padre Matteo Ripa fondò una scuola di educazione missionaria per i giovani cinesi che aveva portato con sé da Pechino, il Real Collegio dei Cinesi, primo nucleo dell’odierna Università Orientale. Tra le altre tappe saranno la chiesa di San Severo fuori le mura (esterno), piccoli spazi verdi incastonati tra le strade – alcuni con opere disegnate dal Maestro Riccardo Dalisi, diverse strade del quartiere, fino ad arrivare a palazzo Sanfelice, ultima tappa di un itinerario nel cuore del Rione Sanità!

Programma

POMERIGGIO_L’esercito di terracotta nella basilica dello Spirito Santo

In piazza Sette Settembre, a pochi passi da piazza Dante, sorge l’imponente basilica settecentesca dello Spirito Santo, nota per una delle più grandi ed eleganti cupole che dominano il panorama cittadino. Qui, fino al 28 gennaio 2018, sarà esposta la mostra L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina.

Programma

Annunci

Dicembre 2017

dicembre 4, 2017

sabato 2 dicembre

MATTINA_ Meraviglie trecentesche: la Chiesa di San Giovanni a Carbonara 

La visita riguarderà la Chiesa trecentesca di San Giovanni a Carbonara, tra le più ricche di opere d’arte della città, ubicata nell’omonima strada del centro storico, così chiamata in quanto era destinata in epoca medievale a luogo di scarico dei rifiuti inceneriti. La chiesa è celebre per il monumento sepolcrale del re Ladislao, voluto dalla sorella Giovanna II d’Angiò, ultima della dinastia prima dell’avvento degli Aragonesi sul trono. La visita offrirà quindi anche l’occasione per ripercorrere il tormentato amore della regina  Giovanna II e del suo amante, assassinato per una pugnalata nel 1432 in Castel Capuano. 

Programma

*********************

Domenica 3 dicembre

MATTINA_”SALVI PER MIRACIOLO”:tableaux vivants al Museo Diocesano e visita alle chiese di Donnaregina Vecchia e Nuova

Nello splendido Complesso Monumentale di Donnaregina, sede del Museo Diocesano di Napoli, Ludovicalambelliteatro ed il Complesso Monumentale presentano, utilizzando la tecnica dei tableaux vivants, un nuovo spettacolo itinerante: Salvi per miracolo. Immagini dall’iconografia popolare partenopea rappresentati nella Chiesa Gotica di Donnaregina Vecchia. Al termine dello spettacolo avrà inizio la visita guidata, che porterà i visitatori alla scoperta delle chiese di Donnaregina Vecchia e Donnaregina Nuova.

Programma

Domenica 3 dicembre

POMERIGGIO_Storie certosine: visita al Complesso di San Martino tra Santi e presepi

La Certosa di San Martino, fondata nel 1325 per volere di Carlo duca di Calabria, figlio del sovrano Roberto d’Angiò, rappresenta uno dei più preziosi esempi di architettura e arte barocca a Napoli, in quanto nel corso di tutto il Seicento fu trasformata ed arricchita da artisti del calibro di Cosimo Fanzago, Battistello Caracciolo, Giovanni Lanfranco, Ribera. La visita permetterà di scoprire come vivevano i certosini all’interno del complesso, tra la chiesa e ad altri ambienti come la sala del Capitolo, il parlatorio, la sagrestia vecchia e nuova, il chiostro del Fanzago. Sarà inoltre possibile ammirare, in periodo ormai natalizio, la più ricca collezione di presepi presente in italia, ospitata nelle cucine del monastero, che abbracciano un arco di tempo che dal 1300 arriva fino ai più noti esempi presepe Settecentesco.

Programma

*********************

Venerdì 8 dicembre

MATTINA_ IL RITORNO DEGLI ANTICHI SPLENDORI: visita a Palazzo Reale e alle stanze appena restaurate

La Cooperativa Sire vi accompagna in un regale percorso, partendo dalla storia di piazza Plebiscito, per secoli uno slargo irregolare fino alla costruzione nel Seicento del nuovo Palazzo Reale appena restituito agli antichi fulgori, dopo un intenso lavoro di restauro durato due anni.

Programma

*********************

 Sabato 9 dicembre

MATTINA_Gli ordini religiosi ed il presepe napoletano: Le chiese del Gesù Vecchio e dei Santi Severino e Sossio

La visita avrà inizio dal primo tempio dell’ordine dei gesuiti a Napoli, la chiesa del Gesù Vecchio, fondata nel 1554, che fu poi totalmente trasformata e arricchita nei secoli successivi. Dal 1806 la chiesa divenne Rettoria affidata al ven. Don Placido. L’interno della chiesa, riccamente decorato in stile barocco, conserva importanti opere d’arte, ma soprattutto, un magnifico presepe ligneo, aperto al pubblico solamente nel periodo delle festività natalizie. Si proseguirà presso la chiesa dei Santi Severino e Sossio, altro scrigno di ricchezze fondato dall’ordine dei Bendettini. Le diverse opere d’arte custodite rendono la chiesa un vero e proprio museo, che ospita capolavori di artisti come Marco Pino, Francesco De Mura, Belisario Corenzio, Andrea da Salerno

Programma

*********************

Domenica 10 dicembre

MATTINA_La villa delle porcellane: nelle sale della Duchessa di Floridia

La villa nasce per volere di Ferdinando di Borbone che, nel 1927, acquistò un appezzamento per destinarlo a residenza estiva della moglie morganatica Lucia Migliaccio di Partanna, duchessa di Floridia, sposata in Sicilia nel 1814 tre mesi dopo la morte della regina Maria Carolina. Attualmente, la palazzina è sede del Museo Duca di Martina, che conserva una delle maggiori collezioni italiane di arti decorative. Comprende oltre seimila opere di manifattura occidentale ed orientale, databili dal XII al XIX secolo, il cui nucleo più cospicuo è costituito dalle ceramiche. La raccolta fu costituita nella seconda metà dell’Ottocento, da Placido de Sangro, duca di Martina e donata nel 1911 alla città.

Programma

*********************

 Sabato 16 dicembre

MATTINA_L’esercito di terracotta nella basilica dello Spirito Santo

In piazza Sette Settembre, a pochi passi da piazza Dante, sorge l’imponente basilica settecentesca dello Spirito Santo, nota per una delle più grandi ed eleganti cupole che dominano il panorama cittadino. Qui, fino al 28 gennaio 2018, sarà esposta la mostra L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina.

Programma

*********************

 Sabato 16 dicembre

MATTINA_Devozione tra i vicoli: la chiesa di Santa Maria Donnalbina e la Napoli medievale

Prima tappa dell’itinerario sarà la chiesa di Santa Maria Donnalbina, di cui Matilde Serao scrive: Più di tutti, nero, quel vicolo di Donnalbina (…), non solo per la sua tetraggine naturale, per la sua sporcizia, ma nero anche per l’alta muraglia del monastero di Donnalbina. La chiesa esisteva già nel IX secolo, ma venne ricostruita nel Seicento da Bartolomeo Picchiatti e, alla fine del medesimo secolo, venne nuovamente rimaneggiata da Arcangelo Guglielmelli. L’edificio, tra i più significativi barocchi della città, è decorato da tele di Nicola Malinconico, Domenico Antonio Vaccaro, Francesco Solimena. Si proseguirà con la visita all’area che dalla chiesa arriva fino a Largo Banchi Nuovi, caratterizzata da un impianto irregolare, che contrasta con il tracciato di cardi e decumani presente nel nucleo più antico del centro storico e che testimonia l’origine medievale della zona, una delle poche aree sopravvissute al Risanamento. 

Programma

*********************

Domenica 17 dicembre

MATTINA_Gli impressionisti napoletani a Palazzo Zevallos: visita al Palazzo e alla mostra Da Nittis a Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo

La visita guidata riguarderà Palazzo Zevallos di Stigliano, oggi proprietà di Banca Intesa Sanpaolo e sede museale di una galleria ricca di capolavori. La visita darà soprattutto l’occasione di approfondire la mostra: i pittori e gli scultori napoletani presenti a Parigi nella seconda metà dell’Ottocento, fisicamente o attraverso le opere inviate ai Salon e alle Esposizioni Universali, sono stati più numerosi di quelli provenienti da qualsiasi altra parte d’Italia. Con una trentina di opere, si ripercorrerà lo sviluppo della pittura napoletana alla luce di questo fenomeno che ha interessato i generi più amati di quel tempo, il paesaggio, le marine, la veduta urbana e soprattutto la cosiddetta “pittura della vita moderna”, di cui gli Impressionisti e Giuseppe De Nittis sono stati i maggiori interpreti.

Programma

*********************

Domenica 17 dicembre

MATTINA_La chiesa della Nunziatella sulla collina di Pizzofalcone

L’itinerario si incentrerà sulla Chiesa dell’Annunziata a Pizzofalcone, splendida testimonianza del barocco napoletano, dedicata alla Vergine Annunziata e inscindibilmente legata all’omonima Accademia Militare creata da Ferdinando I per i cadetti della Real Accademia. La chiesa, fondata nel 1588 ed annessa ad un complesso conventuale gesuita, fu rimaneggiata nel 1736 dall’architetto Ferdinando Sanfelice, il quale cancellò ogni traccia dell’impianto originario. Custodisce quindi tesori d’arte settecentesca di artisti del calibro di Sanmartino, De Mura, Mazzanti. La visita proseguirà sulla collina di Pizzofalcone, dove si insediarono gli antichi coloni fondando l’abitato di Palepolis e si concluderà nel punto più alto della collina, tra i resti della villa romana di Lucullo e lo splendido panorama sulla città che si gode dal belvedere.

ore 9:15 Appuntamento con gli operatori Sire in p.zza Santa Maria degli Angeli, presso l’ascensore di Chiaia, Napoli

ore 11:30 Conclusione delle attività

MODALITA’ DI ADESIONESono richiesti i dati dei partecipanti (nome, cognome, tipo di documento di identità, numero di documento, emesso da, scadenza), da inviare OBBLIGATORIAMENTE entro LUNEDI’ 11 DICEMBRE 2017 all’indirizzo mail cultura@sirecoop.it. Inoltre al momento della visita è obbligatorio esibire un valido documento di riconoscimento. Le persone sprovviste di documento non potranno prendere parte alla visita. È necessario inoltre inviare al momento della comunicazione di adesione un cell. di riferimento per favorire eventuali comunicazioni da parte di SIRE COOP.

NB: Ricordiamo che il numero dei posti è limitato e, pertanto, raggiunto il numero max non sarà possibile aggiungere altri partecipanti. La conferma di ricevuta adesione sarà attestata da una mail della cooperativa, senza la quale essa non sarà ritenuta valida.

contatti per info e comunicazione di adesione: 392 2863436 – cultura@sirecoop.it

*********************

 Sabato 23 dicembre

MATTINA_Gli orfani della Real casa dell’Annunziata: la Basilica, la ruota, la sala delle colonne con la mostra Sguardi non indifferenti

L’itinerario svelerà ai partecipanti l’antica bellezza del complesso monumentale, fondato nel 1318 e dedicato alla cura dell’infanzia abbandonata. La dinastia angioina si fece  promotrice della fondazione della prima chiesa che fu poi completamente ricostruita a partire dal 1513. Successivamente, nuovi lavori di ristrutturazione vennero affidati a Luigi Vanvitelli. Altra tappa sarà il piccolo ambiente dove si trova la Ruota degli espositi. Infine, accompagnati dalle guide dell’associazione Manallart, visiteremo, nel Salone delle colonne, dove si svolgeva la famosa cerimonia del fazzoletto,  la mostra fotografica Sguardi non indifferenti.  In occasione della mostra nell’aula della Biblioteca Medica verranno presentati documenti dall’Archivio Storico dell’Annunziata, riguardanti il primo degli «esposti» e il più illustre di essi: Vincenzo Gemito. Altro importante simbolo del complesso è la cosiddetta Madonna delle scarpette, una statua della Madonna custodita nel complesso le cui scarpe consumate sono dovute , secondo la tradizione, alle sue uscite notturne per vegliare sul sonno degli orfani.

Programma

MATTINA_Tra santi e misericordia: visita alla chiesa e alla quadreria del Pio Monte

La visita si svolgerà nell’antica sede dell’ Istituzione benefica, il Pio Monte della Misericordia, fondata nel 1601 da sette giovani nobili napoletani che, ispirandosi alle sette Opere della Misericordia Corporale, si dedicavano a numerose opere assistenziali e caritatevoli. Questo sodalizio, a differenza di molti altri che finirono per estinguersi, riuscì a sopravvivere ad eruzioni, pestilenze, rivoluzioni e cambiamenti politici del Regno. Il percorso si snoda attraverso i capolavori della pittura esposti nella Quadreria e nella chiesa di autori come il Caravaggio, Luca Giordano, Battistello Caracciolo, Francesco De Mura. Capolavoro indiscusso dell’Istituzione è senza dubbio la tela di Caravaggio, intitolata Le sette opere di Misericordia, commissionatagli dai Governatori del Pio Monte, che si trova sull’altare maggiore della chiesa.

Programma

*********************

Martedì 26 dicembre

MATTINA_Il Cimitero delle capuzzelle: visita all’antico ossario delle Fontanelle

Il percorso si svolgerà nell’antico ossario sito nel cuore del Rione Sanità, nella zona scelta per la necropoli pagana e più tardi per i cimiteri cristiani. Il sito conserva da almeno quattro secoli i resti di chi non si poteva permettere una degna sepoltura e delle vittime dellegrandi epidemie che hanno più volte colpito la città. Oggi si possono contare 40.000 resti, ma si dice che sotto l’attuale piano di calpestio vi siano compresse ossa per almeno quattro metri di profondità, ordinatamente disposte, all’epoca, da becchini specializzati.

Programma

MATTINA_ MERAVIGLIE DI ARTE E FEDE: Visita allo straordinario Complesso delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile

La Cooperativa Sire vi invita a una interessante visita che riguarderà il Complesso Basilicale paleocristiano di Cimitile, eccezionale esempio di arte e fede e fondamentale testimonianza nella storia della cristianità occidentale. Il complesso comprende diversi edifici fra chiese e resti di basiliche, spesso decorate con mosaici e affreschi, ed è un importantissimo monumento di arte paleocristiana, una dei maggiori in Europa.

Programma

*********************

Domenica 30 dicembre

MATTINA_ IL PETRAIO: PANORAMI TRA I GRADINI: passeggiata in discesa dal Vomero al Corso Vittorio Emanuele,  proseguendo fino a Chiaia

La Cooperativa Sire  vi accompagna lungo il Petraio, un percorso pieno di scorci suggestivi e di angoli pieni di fascino che scende dal Vomero fino al Corso Vittorio Emanuele, seguendo molto probabilmente il corso di un antico alveo torrentizio che scendeva dalla collina.  L’itinerario si snoda attraverso un “borgo” d’altri tempi dove in un’atmosfera sospesa si alternano macchie di verde, portici e improvvisi squarci di panorama. Si proseguirà attraverso uno dei percorsi di Chiaia, per conoscere altri luoghi spesso meno battuti ma che conservano la memoria di altri tempi. Il percorso si concluderà a via Filangieri, all’altezza di un capolavoro dell’architettura di inizio Novecento, palazzo Mannajuolo.

Programma

POMERIGGIO_Gli impressionisti napoletani a Palazzo Zevallos: visita al Palazzo e alla mostra Da Nittis a Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo

La visita guidata riguarderà Palazzo Zevallos di Stigliano, oggi proprietà di Banca Intesa Sanpaolo e sede museale di una galleria ricca di capolavori. La visita darà soprattutto l’occasione di approfondire la mostra: i pittori e gli scultori napoletani presenti a Parigi nella seconda metà dell’Ottocento, fisicamente o attraverso le opere inviate ai Salon e alle Esposizioni Universali, sono stati più numerosi di quelli provenienti da qualsiasi altra parte d’Italia. Con una trentina di opere, si ripercorrerà lo sviluppo della pittura napoletana alla luce di questo fenomeno che ha interessato i generi più amati di quel tempo, il paesaggio, le marine, la veduta urbana e soprattutto la cosiddetta “pittura della vita moderna”, di cui gli Impressionisti e Giuseppe De Nittis sono stati i maggiori interpreti.

Programma

 

Novembre 2017

novembre 18, 2017

mercoledì 1 novembre

MATTINA_Il principe e l’artista: viaggio tra il Cristo velato e le altre opere del Sanmartino

Un itinerario alla scoperta di uno dei più grandi scultori del Settecento, tra piazze,vicoli, chiese del centro storico di Napoli: un percorso che intreccerà storia e storie, arte e tradizione, una passeggiata che vi accompagnerà tra le bellezze del centro facendo risaltare luoghi vissuti il più delle volte solo distrattamente. Fulcro della visita sarà la celebre Cappella Sansevero con l’opera più famosa di Giuseppe Sanmartino, quel Cristo velato che tanta ammirazione ha suscitato sin dalla sua prima apparizione sulla scena artistica. 

Programma

MATTINA_Scendendo il Moiariello: passeggiata tra storia e panorami

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una piacevole passeggiata tutta in discesa, tra vicoli, palazzi nobliari e scorci panoramici di una bellezza unica! Da via Capodimonte scenderemo il primo tratto di via Moiariello, la cui etimologia deriva probabilmente dal termine moggio, antica misura di superficie agraria. Da qui si scorge la torre del Palasciano, corpo architettonico più noto di un grande complesso in stile neorinascimentale voluto in età post unitaria dal medico precursore della croce rossa, Ferdinando Palasciano. Percorreremo poi via Ottavio Morisani, chiamata anche la Posillipo dei poveri per il suo  panorama che si affaccia sul Golfo di Napoli, mostrandoci il Vesuvio, la penisola Sorrentina, Capri, San Martino, le cupole del centro storico! Proseguendo per altri vicoli ricchi di storia, arriveremo nel rione Sanità. 

Programma

*****************

sabato 4 novembre

MATTINA_Visita guidata al Complesso Monumentale di Santa Chiara

Alla scoperta di uno dei più grandi complessi monastici della città di Napoli  che si snoda all’interno della cittadella francescana. Oggi visitare il complesso significa ammirare la magnifica basilica, dove Giotto operò con la sua maestria, attraversarne la storia con il Museo dell’Opera e l’Area Archeologica, restare stupiti dal bellissimo Chiostro Maiolicato e soffermarsi nella contemplazione della Sala del Presepe del ‘700.

Programma

*****************

domenica 5 novembre

MATTINA_Villa Pignatelli e lo splendore riconquistato: visita pomeridiana alla Villa restaurata e al Museo delle carrozze

La cooperativa SIRE vi invita alla riscoperta della Villa Pignatelli, riaperta il 19 dicembre dopo una lunga attività di restauro che, in sei mesi, ha riportato all’antico splendore una delle più straordinarie testimonianze della stagione neoclassica napoletana.

Programma

MATTINA_La villa di Poppea ad Oplonti: Viaggio nell’aristocrazia romana

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire invita tutti ad un emozionante viaggio archeologico: conosceremo la meravigliosa Villa di Poppea a Oplonti.

Programma

POMERIGGIO_Tutti al MANN: visita al Museo Archeologico Nazionale

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire vi invita a scoprire uno dei musei più importanti d’Italia, il Museo Archeologico Nazionale. Il percorso prevede un’immersione nel mondo dell’archeologia all’interno di uno dei primi musei costituiti in Europa. 

Programma

*****************

sabato 11 novembre

POMERIGGIO_Il Duomo di Napoli e la cappella del Tesoro di San Gennaro: arte e fede attraverso i secoli

La visita riguarderà ilò Duomo di Napoli, scrigno di ricchezze che vanno dal periodo paleocristiano al XVIII secolo: il Battistero, la Cappella di Santa Restituta, la Cappella del Tesoro di San Gennaro

Programma

*****************

domenica 12 novembre 

MATTINA_ SINAGOGA EBRAICA nello Storico Palazzo Sessa

La cooperativa Sire vi invita ad un interessante itinerario organizzato grazie alla disponibilità della Sinagoga di Napoli, tornata a nuovo splendore con i restauri effettuati con il contributo del Ministero Dei Beni Culturali.
Anche se la presenza ebraica in questa città risale al I sec. a. e. v. , come dimostrano le numerose tracce presenti nel tessuto urbano della città e nella toponomastica, la Sinagoga attuale è testimonianza della rinascita ottocentesca della vita ebraica a Napoli.

Programma

*****************

sabato 18 novembre

MATTINA_E te porto p”e  quartiere : visita ai Quartieri Spagnoli

Vi invitiamo ad un affascinante itinerario che ci permetterà di scoprire le ricchezze storico-artistiche dei Quartieri Spagnoli, sorti nel XVI secolo per volere di don Pedro de Toledo tra il Castel Sant’Elmo e la nuova strada a lui intitolata destinata a collegare il centro della città con il Palazzo Vicereale. L’itinerario si articolerà nel reticolo di vicoli che compongono il quartiere Montecalvario, alla scoperta delle loro origini toponomastiche, degli slarghi inaspettati, dei palazzi storici che ospitarono Giacomo Leopardi durante la sua permanenza a Napoli, di complessi religiosi dove la fede è ancora viva e radicata, come il Santuario di Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe. Nel corso della visita si ammireranno, tra le altre cose l’enorme murales dell’artista argentino Francesco Bosoletti, inaugurato da qualche mese, omaggio alla statua Pudicizia del Corradini conservata a Cappella Sansevero.

Programma

POMERIGGIO_Viaggio nella Napoli del Rinascimento: la chiesa di Sant’Anna dei Lombardi a Monteoliveto

La visita riguarderà la chiesa di Sant’Anna dei Lombardi, detta anche di Santa Maria di Monteoliveto, uno dei simboli del Rinascimento toscano a Napoli, alla cui realizzazione parteciperanno artisti come Giuliano e Benedetto da Maiano, Antonio Rossellino e Giorgio Vasari. Fondata nel 1411, fla chiesa, con le sue cappelle e le opere custodite all’interno, testimonia lo stretto legame tra Napoli e la Toscana, dimostrando che già a quei tempi si era insediata in città una fitta “colonia”fiorentina di mercanti, artigiani e banchieri. Degne di nota, inoltre, il celebre gruppo in terracotta del Compianto di Cristo di Guido Mazzoni (1492), formato da otto statue a grandezza naturale che, secondo la tradizione, rappresenterebbero proprio i sovrani aragonesi e la Sagrestia Vecchia, già refettorio, splendido ambiente con volte affrescate nel 1544 da Giorgio Vasari.

Programma

*****************

domenica 19 novembre

MATTINA_Rione terra: viaggio nella Puteoli romana

Siete tutti invitati a partecipare ad una visita speciale in compagnia di Sire Coop alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli. L’itinerario partirà dalla cattedrale del Rione Terra, riaperta dopo cinquant’anni dall’incendio che nella notte tra il 16 il 17 maggio 1964  la distrusse completamente.  La visita proseguirà con il Percorso Archeologico Sotterraneo grazie al quale scopriremo inaspettate bellezze. Un luogo strategico, posto in posizione sopraelevata allo scopo di tenere sotto controllo il territorio circostante sia nelle rotte marittime che in quelle terrestri, fu abitato sin dal II secolo a.C., ma è in epoca romana, al tempo di Augusto, che Puteoli, rappresenterà un importante crocevia di traffici commerciali, diventando una “parva Roma”, per la magnificenza e l’eleganza dei suoi edifici ai quali lavorarono maestranze sceltissime, formatesi direttamente sugli insegnamenti dei grandi cantieri augustei di Roma.

Programma

MATTINA_Tra santi e misericordia: visita alla chiesa e alla quadreria del Pio Monte

La visita si svolgerà nell’antica sede dell’ Istituzione benefica, il Pio Monte della Misericordia, fondata nel 1601 da sette giovani nobili napoletani che, ispirandosi alle sette Opere della Misericordia Corporale, si dedicavano a numerose opere assistenziali e caritatevoli. Questo sodalizio, a differenza di molti altri che finirono per estinguersi, riuscì a sopravvivere ad eruzioni, pestilenze, rivoluzioni e cambiamenti politici del Regno. Il percorso si snoda attraverso i capolavori della pittura esposti nella Quadreria e nella chiesa di autori come il Caravaggio, Luca Giordano, Battistello Caracciolo, Francesco De Mura. Capolavoro indiscusso dell’Istituzione è senza dubbio la tela di Caravaggio, intitolata Le sette opere di Misericordia, commissionatagli dai Governatori del Pio Monte, che si trova sull’altare maggiore della chiesa.

Programma

*****************

sabato 25 novembre

MATTINA_Barocco al decumano: le chiese di San Giuseppe dei Ruffi e dei Santi Apostoli

Un imperdibile appuntamento con due autentici tesori barocchi poco noti che si aprono lungo il decumano superiore di Napoli. Il percorso ha inizio dalla chiesa di San Giuseppe dei Ruffi, gioiello del centro storico che si erge all’angolo tra via Duomo e via Anticaglia che racchiude al suo interno autentici capolavori, come la cupola affrescata da Francesco De Mura, uno dei protagonisti della pittura del ‘700, tornata all’antico splendore dopo il recentissimo restauro. Si proseguirà verso verso la sontuosa chiesa barocca dei Santi Apostoli, edificata nel cuore di Napoli, in via Anticaglia. Secondo la tradizione la chiesa fu fondata nel 468 dC , ma le prime notizie certe della chiesa si hanno soltanto a partire dal 1530. L’attuale aspetto barocco è dovuto ai lavori di restauro iniziati nel 1609 da Francesco Grimaldi e finanziati con il contributo di diversi nobili locali. 

Programma

*****************

POMERIGGIO_Percorsi di seta lungo il decumano inferiore: da Donatello alla corporazione dell’arte della seta

Un tour per conoscere una Napoli nascosta, lontana dai consueti itinerari turistici. Prima tappa sarà la piccola chiesa di S. Angelo a Nilo, nota anche come Cappella Brancaccio, dalla famiglia che ne commissionò la costruzione nel 1385. La chiesa conserva importanti testimonianze scultoree, in particolare il sepolcro del cardinale Rinaldo Brancaccio eseguito a Pisa tra il 1426-28 e inviato poi a Napoli dal giovane Donatello. La visita continuerà presso la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo dove la fruizione è stata ampliata grazie al lavoro di un gruppo di giovani riunitisi nell’Associazione “Respiriamo Arte”. Ripercorreremo l’interessante storia della Corporazione dell’Arte della Seta. La visita alla chiesa comprende anche di luoghi prima chiusi al pubblico: i locali dietro l’altare maggiore, la sacrestia, l’ipogeo,  i resti archeologici in cui è possibile osservare testimonianze della Napoli cinquecentesca e romana.

Programma

*****************

domenica 26 novembre

MATTINA_Il Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova…tra l’arte rinascimentale e il mistero della tomba di Dracula!

Siete invitati a partecipare alla visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli. Il percorso, realizzato a cura dell’Associazione Oltre il chiostro ONLUS, condurrà alla scoperta dell’antico complesso che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artisti della Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. In particolare, il chiostro piccolo di Santa Maria La Nova è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula.

Programma

 

 

 

Ottobre 2017

ottobre 23, 2017

domenica 1 ottobre

MATTINA_Puteoli tour: visita all’anfiteatro Flavio e al Tempio di Serapide

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica diogni mese, la cooperativa Sire vi invita alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli. L’itinerario partirà dall’Anfiteatro Flavioche, per dimensioni è il terzo in Italia, subito dopo quello di Capuae ovviamente dopo il Colosseo di Roma. La visita proseguirà con una passeggiata al così detto tempio di Serapide, in realtà un Macellum, con la sala absidata sul fondo destinata al culto imperiale e degli dei protettori del mercato (tra cui Serapide), ci racconta attraverso le sue colonne il fenomeno vulcanico flegreo con i buchi scavati dai molluschi marini quando il bradisismo le portava sott’acqua.

Programma

POMERIGGIO_Un mistero chiamato Pompei: villa dei Misteri e dintorni

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire vi invita a scoprire la bellezza dell’antica Pompei in particolare di Villa dei Misteri e della area circostante (foro e terme, Necropoli di Porta Ercolano). Un pomeriggio di ottobre in cui godremo del fascino e dell’incanto dello splendido ciclo di affreschi del triclinio nel quale, secondo alcuni studio si, sono rappresentate scene di rito d’iniziazione femminile al matrimonio.

Programma

************************

sabato 7 ottobre

MATTINA_Storie certosine: visita al complesso di San Martino e alla mostra “Il cammino delle Certose”

La Certosa di San Martino, fondata nel 1325 per volere di Carlo duca di Calabria, rappresenta uno dei più preziosi esempi di architettura e arte barocca a Napoli, in quanto nel corso di tutto il Seicento fu trasformata ed arricchita da artisti del calibro di Cosimo Fanzago, Battistello Caracciolo, Giovanni Lanfranco, Ribera. La visita permetterà di scoprire come vivevano i certosini all’interno del complesso,tra la chiesa e ad altri ambienti come la sala del Capitolo, il parlatorio, la sagrestia vecchia e nuova, il chiostro del Fanzago. In questa occasione visiteremo anche la mostra “Il Cammino delle Certose – i percorsi dell’anima”: un percorso particolare in cui le opere seicentesche dialogheranno con i maestri del contemporaneo.

Programma

************************

domenica 8 ottobre

MATTINA_ IL RITORNO DEGLI ANTICHI SPLENDORI: visita a Palazzo Reale e alle stanze appena restaurate

La Cooperativa Sire vi accompagna in un regale percorso, partendo dalla storia di piazza Plebiscito, per secoli uno slargo irregolare fino alla costruzione nel Seicento del nuovo Palazzo Reale appena restituito agli antichi fulgori, dopo un intenso lavoro di restauro durato due anni.

Programma

MATTINA_La chiesa della Nunziatella sulla collina di Pizzofalcone

L’itinerario si incentrerà sulla Chiesa dell’Annunziata a Pizzofalcone, splendida testimonianza del barocco napoletano, dedicata alla Vergine Annunziata e inscindibilmente legata all’omonima Accademia Militare creata da Ferdinando I per i cadetti della Real Accademia. La chiesa, fondata nel 1588 ed annessa ad un complesso conventuale gesuita, fu rimaneggiata nel 1736 dall’architetto Ferdinando Sanfelice, il quale cancellò ogni traccia dell’impianto originario. Custodisce quindi tesori d’arte settecentesca di artisti del calibro di Sanmartino, De Mura, Mazzanti. La visita proseguirà sulla collina di Pizzofalcone, dove si insediarono gli antichi coloni fondando l’abitato di Neapolis e si concluderà nel punto più alto della collina, tra i resti della villa romana di Lucullo e lo splendido panorama sulla città che si gode dal belvedere.

ore 9:00 Appuntamento con gli operatori Sire in p.zza Santa Maria degli Angeli, presso l’ascensore di Chiaia, Napoli

ore 11:30 Conclusione delle attività

MODALITA’ DI ADESIONESono richiesti i dati dei partecipanti (nome, cognome, tipo di documento di identità, numero di documento, emesso da, scadenza), da inviare OBBLIGATORIAMENTE entro LUNEDI’ 2 OTTOBRE 2017 all’ indirizzo mail cultura@sirecoop.it. Inoltre al momento della visita è obbligatorio esibire un valido documento di riconoscimento. Le persone sprovviste di documento non potranno prendere parte alla visita. È necessario inoltre inviare al momento della comunicazione di adesione un cell. di riferimento per favorire eventuali comunicazioni da parte di SIRE COOP.

NB: Ricordiamo che il numero dei posti è limitato e, pertanto, raggiunto il numero max non sarà possibile aggiungere altri partecipanti. La conferma di ricevuta adesione sarà attestata da una mail della cooperativa, senza la quale essa non sarà ritenuta valida.

contatti per info e comunicazione di adesione: 392 2863436 – cultura@sirecoop.it

POMERIGGIO_Scusate il ritardo tour: passeggiata nei luoghi del cinema napoletano

Il percorso, che arriverà sul lungomare di via Caracciolo, è proposto da SIRE COOP e CAMPANIA MOVIETOUR nell’ambito di “Prima Turismo”, un fitto programma organizzato dalla Municipalità I di Napoli dal 7 aprile al 28 dicembre 2017. Esso ci condurrà alla scoperta delle meravigliose location dei film partenopei, proponendo un vero e proprio viaggio nella storia del cinema, pieno di curiosità e aneddoti!  Tra le tappe, la mitica scalinata di Scusate il ritardo. dialoghi tra Massimo Troisi, , per rievocare gli esilaranti dialoghi tra Massimo Troisi e Lello Arena,

Programma

************************

sabato 14 ottobre

MATTINA_Tra santi ed anime pezzentelle: da San Gregorio Armeno all’Ipogeo del Purgatorio ad Arco

Vi invitiamo a partecipare al percorso che conduce al cuore di alcune delle tradizioni più forti del popolo napoletano nel Centro Antico della città. Il complesso monastico di San Gregorio Armeno, situato su uno dei cardini dell’antico tracciato greco-romano, è un gioiello dell’architettura barocca napoletana. L’itinerario proseguirà nella chiesa del Purgatorio ad Arco,  altro capolavoro barocco. Al di sotto della chiesa si trova l’Ipogeo, un’area cimiteriale del XVII secolo, piena di immagini e simboli funerari, teschi e ossa, con altare in piperno e pavimento realizzato dai fratelli Massa, dove sono riconoscibili nicchie sepolcrali e sepolture nella terra, tra le quali spicca quella della giovane Lucia coperta dal velo nuziale, forse morta in un naufragio insieme al suo sposo. Insieme alle tombe nell’ipogeo si trovano molti ex voto, dono dei devoti napoletani e vivida testimonianza di quanto il culto per i culto per i defunti fosse vivido nel popolo partenopeo.

Programma

MATTINA_Dalla grotta al mare: visita alla grotta di Seiano e al Parco archeologico del Pausilypon

Visita alla Grotta di Seiano e, al di là del traforo, ai resti della villa di Publio Vedio Pollione, poi villa Imperiale, con il teatro, l’odeion e il meraviglioso panorama sulla Gaiola da un lato e tutta la costa flegrea fino a Procida dall’altra!

Programma

************************

domenica 15 ottobre

MATTINA_Meraviglia di arte e fede: le Basiliche Paleocristiane di Cimitile

La Cooperativa Sire vi invita a una interessante visita che riguarderà il Complesso Basilicale paleocristiano di Cimitile, eccezionale esempio di arte e fede e fondamentale testimonianza nella storia della cristianità occidentale. Il complesso comprende diversi edifici fra chiese e resti di basiliche, spesso decorate con mosaici e affreschi, ed è un importantissimo monumento di arte paleocristiana, una dei maggiori in Europa.

Programma

MATTINA_Scendendo il Moiariello: passeggiata tra storia e panorami

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una piacevole passeggiata tutta in discesa, tra vicoli, palazzi nobliari e scorci panoramici di una bellezza unica! Da via Capodimonte scenderemo il primo tratto di via Moiariello, la cui etimologia deriva probabilmente dal termine moggio, antica misura di superficie agraria. Da qui si scorge la torre del Palasciano, corpo architettonico più noto di un grande complesso in stile neorinascimentale voluto in età post unitaria dal medico precursore della croce rossa, Ferdinando Palasciano. Percorreremo poi via Ottavio Morisani, chiamata anche la Posillipo dei poveri per il suo  panorama che si affaccia sul Golfo di Napoli, mostrandoci il Vesuvio, la penisola Sorrentina, Capri, San Martino, le cupole del centro storico! Proseguendo per altri vicoli ricchi di storia, arriveremo nel rione Sanità. L’itinerario si concluderà presso il ponte della Sanità, a Corso Amedeo di Savoia, a tre fermate di autobus (e 15 minuti circa di cammino) dal luogo di partenza.

Programma

************************

sabato 21 ottobre

MATTINA_Piedigrotta tra fede e mito: visita alla chiesa e il parco Vergiliano

La  visita avrà inizio dalla chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, ai piedi del costolone di Posillipo, dedicata alla Natività di Maria, eretta a partire dal 1352 sul sito di una precedente cappella dedicata all’Annunciazione, dove già si venerava un’immagine lignea della S. Maria dell’Itria, ancora oggi visibile e venerata dai fedeli. Si proseguirà presso il vicino Parco Vergiliano, luogo permeato di storia, cultura, arte e leggende. Secondo la tradizione qui sarebbero conservate le spoglie di Virgilio. All’interno del parco è anche l’ingresso della Crypta Neapolitana, grotta lunga poco più di 700 metri scavata all’interno della collina di Posillipo, che aveva la funzione di collegare velocemente Neapolis a Pozzuoli. All’interno del Parco è conservato anche la tomba di Giacomo Leopardi, costruita a imitazione dei cippi funerari romani nel 1934.

Programma

POMERIGGIO_New York a Palazzo Zevallos: visita al Palazzo e alla mostra “Le mille luci di New York”

La visita guidata, organizzata dalla Cooperativa Sire, riguarderà Palazzo Zevallos di Stigliano, oggi proprietà di Banca Intesa Sanpaolo e sede museale di una galleria ricca di capolavori.  Oltre alla scoperta delle sale del Palazzo e alla sua collezione permanente, la visita darà l’occasione di approfondire la mostra “​Le mille luci di New York​”, ​curata da Luca Beatrice. Essa intende rileggere gli anni Ottanta partendo dai suoi principali protagonisti attraverso due chiavi di lettura: la pittura​ e New York​. 

Programma

************************

domenica 22 ottobre

MATTINA_Tra arte, panorami e giardini: il Petraio ed il Complesso di San Nicola de Tolentino

La Cooperativa Sire  vi accompagna lungo il Petraio, un percorso pieno di scorci suggestivi e di angoli pieni di fascino che scende dal Vomero fino al Corso Vittorio Emanuele, seguendo molto probabilmente il corso di un antico alveo torrentizio che scendeva dalla collina.  L’itinerario si snoda attraverso un “borgo” d’altri tempi dove in un’atmosfera sospesa si alternano macchie di verde, portici e improvvisi squarci di panorama. Da qui raggiungeremo il complesso di San Nicola da Tolentino, situato alle pendici della collina di San Martino. La visita al complesso sarà a cura della Cooperativa San Nicola da Tolentino, nata nel 2014 con l’obiettivo di recuperare l’omonimo monastero agostiniano trasformandone una parte dei suoi spazi in B&B. Dopo la visita all’interessante chiesa, visiteremo gli spazi del monastero, l’immenso giardino ricco di piante secolari e la terrazza, punto privilegiato da cui godere a pieno la  bellezza del golfo di Napoli. Nel corso della visita a tutti i partecipanti sarà offerto un piccolo “intermezzo goloso”.

Programma

************************

sabato 28 ottobre

MATTINA: Napoli tra musica ed arte: la chiesa della Pietà dei Turchini e Rua Catalana

Nel 1573 i confratelli della Congregazione dei Bianchi dell’ Oratorio cominciarono ad accogliere alcuni fanciulli abbandonati in un Orfanotrofio a Rua Catalana. Qui, tra le altre materie, si insegnava anche musica e canto e queste attività divennero col tempo prevalenti, tanto che l’istituzione diventerà uno dei primi conservatori della città, fulcro della gloriosa scuola musicale napoletana, e vi studieranno artisti come Scarlatti e Pergolesi. La visita avrà inizio dalla chiesa della Pietà dei Turchini, originariamente annessa al conservatorio e così chiamata per il colore dell’abito indossato dai fanciulli. Si proseguirà poi in una passeggiata a Rua Catalana, oggi ricca di botteghe specializzate nella lavorazione artistica del rame e del ferro.

Programma

 

MATTINA: Gioielli affacciati sul golfo: dalla chiesa di Santa Maria del Parto al Sanntuario di sant’Antonio a Posillipo passando dalla funicola re di Mergellina

Un itinerario tra due importanti tesori di Napoli che si concluderà con la vista del panorama più famoso e suggestivo della città, quello che si ammira dal belvedere del santuario di Sant’Antonio a Posillipo. Prima tappa sarà la Chiesa di Santa Maria del Parto, che custodisce il monumento sepolcrale di Jacopo Sannazaro e una delle opere più significative di Leonardo da Pistoia, noto anche come Il Diavolo di Mergellina, alla quale è collegata una antica e triste storia d’amore. Da lì, attraverso la Funicolare di Mergellina,  l’ultima – in ordine cronologico – delle funicolari napoletane, si arriverà al Santuario di Sant’Antonio a Posillipo, famoso, oltre che per la caratteristica chiesetta, anche per le rampe di Sant’Antonio che lo collegano a piazza Sannazzaro, dette anche le Tredici scese e, soprattutto, per il romantico belvedere che si affaccia sul golfo.

Programma

************************

domenica 29 ottobre

MATTINA_Rione Terra, viaggio nella Puteoli romana

Siete tutti invitati a partecipare ad una visita speciale in compagnia di Sire Coop alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli. L’itinerario partirà dalla cattedrale del Rione Terra, riaperta dopo cinquant’anni dall’incendio che nella notte tra il 16 il 17 maggio 1964  la distrusse completamente.  La visita proseguirà con il Percorso Archeologico Sotterraneo grazie al quale scopriremo inaspettate bellezze. Un luogo strategico, posto in posizione sopraelevata allo scopo di tenere sotto controllo il territorio circostante sia nelle rotte marittime che in quelle terrestri, fu abitato sin dal II secolo a.C., ma è in epoca romana, al tempo di Augusto, che Puteoli, rappresenterà un importante crocevia di traffici commerciali, diventando una “parva Roma”, per la magnificenza e l’eleganza dei suoi edifici ai quali lavorarono maestranze sceltissime, formatesi direttamente sugli insegnamenti dei grandi cantieri augustei di Roma.

Programma

Vedi eventi di Novembre vai…

Settembre 2017

settembre 20, 2017

domenica 3 settembre 

MATTINA_Capua antica, l’altera Roma. L’anfiteatro, il mitreo, il museo dei gladiatori

Una mattinata all’insegna dell’archeologia alla scoperta dell’antica Capua, una delle più grandi città dell’Italia antica e, nel periodo del suo massimo splendore, una delle città più grandi e importanti dell’impero Romano e del mondo, tanto che  Cicerone la definì l’altera Roma.

Programma

POMERIGGIO_ Storie dagli scavi: un pomeriggio ad Ercolano

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire invita tutti a scoprire la bellezza dell’ antica Ercolano con una visita guidata incentrata sulla città e sulla vita quotidiana dei suoi abitanti!

Programma

**************************

sabato 9 settembre

MATTINA_La chiesa di sant’Eligio e piazza Mercato: itinerario tra arte e leggenda

L’itinerario svelerà ai partecipanti i misteri celati dalle mura del più antico edificio di culto dell’epoca angioina a Napoli. Nel lontano 1270 tre francesi appartenenti alla corte di Carlo I d’Angiò, Giovanni Dottun, Guglielmo di Borgogna e Giovanni de Lions fondarono la chiesa dedicandola ai Santi Eligio, Dionisio e Martino. Ad epoca più tarda appartiene l’arco quattrocentesco che si innalza su due piani a collegare il campanile della chiesa con un edificio vicino. Lasciato l’arco, un altro prezioso tesoro accoglierà i visitatori: Piazza Mercato che, per secoli, è stata al centro della storia e della vita popolare di Napoli.

Programma

**************************

domenica 10 settembre

MATTINA_SPLENDORI DI STABIAE: visita a Villa San Marco

Sire Coop ci guiderà in un gradevole percorso alla scoperta dei resti dell’antica Stabia, splendida testimonianza di epoca romana, adagiata sul ciglio del poggio di Varano in una bellissima posizione panoramica. La posizione favorevole permise di edificare molteplici dimore di lusso di notevole estensione, organizzate su più livelli con terrazzamenti.

Programma

**************************

sabato 16 settembre

MATTINA_ Meraviglie trecentesche: la Chiesa di San Giovanni a Carbonara 

La visita riguarderà la Chiesa trecentesca di San Giovanni a Carbonara, tra le più ricche di opere d’arte della città, ubicata nell’omonima strada del centro storico, così chiamata in quanto era destinata in epoca medievale a luogo di scarico dei rifiuti inceneriti. La chiesa è celebre per il monumento sepolcrale del re Ladislao, voluto dalla sorella Giovanna II d’Angiò, ultima della dinastia prima dell’avvento degli Aragonesi sul trono. La visita offrirà quindi anche l’occasione per ripercorrere il tormentato amore della regina  Giovanna II e del suo amante, assassinato per una pugnalata nel 1432 in Castel Capuano. 

Programma

**************************

domenica 17 settembre

MATTINA_Esplorando il parco di Capodimonte: caccia al tesoro tra arte e natura

L’ Associazione Natura Sottosopra e la Cooperativa Sire invitano i bambini e i loro genitori a partecipare ad una avvincente caccia al tesoro che si snoderà nel Parco di Capodimonte. Un appuntamento dedicato ai più piccoli, finalizzato ad avvicinarli, in modo divertente e creativo, al ricco patrimonio culturale e naturalistico della città. Dov’è nascosto il tesoro del Re? Ai bambini il compito di scoprirlo, in un’appassionante caccia al tesoro tra i boschi intervallati da ampie praterie, tra fontane e statue settecentesche che permetterà di scoprire, con giochi e indovinelli, la storia di quella che in origine era una delle riserve di caccia borboniche e delle specie vegetali che la abitano. Al termine dell’itinerario ai piccoli verrà regalato un premio goloso.

Programma

MATTINA_ IL RITORNO DEGLI ANTICHI SPLENDORI: visita a Palazzo Reale e alle stanze appena restaurate

La Cooperativa Sire vi accompagna in un regale percorso, partendo dalla storia di piazza Plebiscito, per secoli uno slargo irregolare fino alla costruzione nel Seicento del nuovo Palazzo Reale appena restituito agli antichi fulgori, dopo un intenso lavoro di restauro durato due anni.

Programma

**************************

sabato 23 settembre

MATTINA_ Murales, arte e storia: itinerario tra Materdei e Sanità in occasione delle Quattro Giornate di Napoli

La Cooperativa SIRE propone un itinerario alla scoperta del  Rione Materdei e della Sanità, percorrendone le origini e la storia, ricordando episodi legati agli avvenimenti delle Quattro Giornate di Napoli, di cui ricorre l’anniversario in questo periodo, ma anche soffermandosi su aspetti più “moderni”, come i diversi murales di street artists come Bosoletti e Tono Cruz che incontreremo lungo il percorso.

Programma

**************************

domenica 24 settembre

MATTINA_ STUPORI  D’ARTE AL MUSEO DIOCESANO: I TABLEAUX VIVANTS DI CARAVAGGIO e le chiese di Donna regina Vecchia e Nuova

Un nuovo appuntamento nello splendido Complesso Monumentale di Donnaregina, sede del Museo Diocesano di Napoli: ritornano i Tableaux Vivants tratti dalle opere di Caravaggio, che hanno riscosso sempre un grande successo ad ogni rappresentazione. A seguire, visita al complesso, che si compone della chiesa originaria gotica, Donnaregina Vecchia, e della chiesa barocca, Donnaregina Nuova, sede anche del Museo Diocesano di Napoli.

Programma

MATTINA_La cattedrale sotterranea: visita alla Piscina Mirabilis con passeggiata in vigneto e degustazione di vini

Visita guidata alla più grande cisterna di acqua potabile mai esistita, scavata interamente nel tufo in età Augustea e definita “ammirabile” da Francesco Petrarca: la Piscina Mirabilis. A seguire i partecipanti saranno accolti nel vicino vigneto a conduzione familiare dove assaggeranno  pregiati vini flegrei.

Programma

**************************

sabato 30 settembre

MATTINA_La clausura nel cuore di Napoli: visita guidata al Monastero delle Trentatrè

I partecipanti all’affascinante percorso, ospitati dalle monache di clausura del Monastero, saranno condotti da una guida speciale attraverso uno dei luoghi più “remoti” del centro storico di Napoli, tra arte, storia e carità cristiana. La visita riguarderà i luoghi legati all’operato della nobildonna catalana Maria Lorenza Longo che, giunta a Napoli nel 1506, lasciò un segno indelebile nel popolo napoletano, fondando prima l’Ospedale degli Incurabili, importante opera di assistenza dedicata ai malati che non avevano la possibilità di pagarsi le cure,  e poi il monastero di clausura delle Monache clarisse cappuccine, tuttora esistente, detto anche Monastero delle Trentatrè, dal numero massimo di monache che poteva ospitare, in ricordo degli anni di Cristo. La visita si concluderà con un dono goloso gentilmente offerto dalle monache del convento

Programma

POMERIGGIO_Sul set delle Quattro giornate: nei luoghi di Nanni Loy e del cinema napoletano

In occasione dell’anniversario delle Quattro Giornate di Napoli Campania Movietour e la Cooperativa SIRE vi condurranno in alcune location dell’omonimo capolavoro di Nanny Loy, del quale si ripercorrerà la genesi produttiva. Si visiteranno inoltre i luighi legati ad altri film del grande regista, e quelli immortalati dagli autori italiani che hanno girato in città, inparticolare nella zona di salita Pontecorvo.


Programma

Eventi ottobre 2017…

 

Luglio 2017

luglio 18, 2017

 

Sabato 1 luglio

MATTINA_La villa delle porcellane: visita alla villa Floridiana e al Museo con il piano nobile restaurato

Dopo cinque anni di chiusura e uno di lavori, a maggio 2016 è stato restituito alla città il piano nobile del Museo Duca di Martina. Gli interventi, finanziati dalla Regione, permettono di ammirare i bellissimi saloni, i soffitti affrescati, i dipinti, le sculture, i pavimenti ma anche le collezioni di ceramica. Attualmente, infatti, la palazzina è sede del Museo Duca di Martina, che conserva una delle maggiori collezioni italiane di arti decorative. Comprende oltre seimila opere di manifattura occidentale ed orientale, databili dal XII al XIX secolo, il cui nucleo più cospicuo è costituito dalle ceramiche. La raccolta, che da il nome al Museo, è stata costituita nella seconda metà dell’Ottocento, da Placido de Sangro, duca di Martina e donata nel 1911 alla città dai suoi eredi.

Programma

*************************************************

Domenica 2 luglio

MATTINA_ MERAVIGLIE D’ACQUA: escursione alla Valle delle Ferriere

Un affascinante itinerario presentato dalla Cooperativa sociale Sire in collaborazione con la guida naturalistica Umberto Massimiliano Saetta alla scoperta di un sentiero il cui già il nome annuncia meraviglie. La Valle delle Ferriere luogo incantevole, a tratti fiabesco, che offre scorci di vegetazione fitti e dai colori intensi al punto tale da ottenere un sapore equatoriale. Ricca di splendide sorgenti e cascate, alberi secolari, la valle appare come un suggestivo anfiteatro, esposto a mezzogiorno, e circondato da alte rupi.

Programma

POMERIGGIO_ Storie dagli scavi: un pomeriggio ad Ercolano

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire invita tutti a scoprire la bellezza dell’ antica Ercolano con una visita guidata incentrata sulla città e sulla vita quotidiana dei suoi abitanti!

Programma

*************************************************

AVVISO: sabato 8 e domenica 9 luglio la cooperativa SIRE  non effettuerà visite guidate! Vi aspettiamo il fine settimana successivo.

*************************************************

Sabato 14 luglio

POMERIGGIO_ IL PRINCIPE E  L’ARTISTA:  viaggio tra la Cappella Sansevero e altre opere del Sanmartino

Un itinerario alla scoperta di uno dei più grandi scultori del Settecento, tra piazze, vicoli, chiese del centro storico di Napoli: un percorso che intreccerà storia e storie, arte e tradizione, una passeggiata che vi accompagnerà tra le bellezze del centro facendo risaltare luoghi vissuti il più delle volte solo distrattamente.

Programma

*************************************************

Domenica 15 luglio

MATTINA_Il Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova…tra l’arte rinascimentale e il mistero della tomba di Dracula!

Siete invitati a partecipare alla visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli. Il percorso, realizzato a cura dell’Associazione Oltre il chiostro ONLUS, condurrà alla scoperta dell’antico complesso che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artisti della Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. In particolare, il chiostro piccolo di Santa Maria La Nova è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula.

Programma

*************************************************

Sabato 22 luglio

MATTINA_Stupori d’arte al Museo Diocesano: le chiese di Donnaregina Vecchia e Nuova

L’itinerario porterà i visitatori alla scoperta delle chiese di Donnaregina Vecchia e Donnaregina Nuova. La prima fa parte di un antico complesso conventuale ricostruito nel 1325 dalla Regina Maria d’Ungheria, moglie di Carlo II d’Angiò, della quale conserva il celebre monumento funerario di Tino di Camaino eaffreschi d’importanza fondamentale per la storia della pittura del Trecento a Napoli. La visita proseguirà nel Museo Diocesano, collocato all’interno della chiesa barocca di Donnaregina Nuova, costruita a partire dal 1617 per volontà delle monache clarisse che vollero in questo modo adeguarsi al nuovo stile del tempo.

Programma

*************************************************

Domenica 23 luglio

MATTINA_Il Cimitero delle capuzzelle: visita all’antico ossario delle Fontanelle

Il percorso si svolgerà nell’antico ossario sito nel cuore del Rione Sanità, nella zona scelta per la necropoli pagana e più tardi per i cimiteri cristiani. Il sito conserva da almeno quattro secoli i resti di chi non si poteva permettere una degna sepoltura e delle vittime delle grandi epidemie che hanno più volte colpito la città. Oggi si possono contare 40.000 resti, ma si dice che sotto l’attuale piano di calpestio vi siano compresse ossa per almeno quattro metri di profondità, ordinatamente disposte, all’epoca, da becchini specializzati.

Programma

*************************************************

Sabato 29 luglio

POMERIGGIO_Percorsi di seta lungo il decumano inferiore: da Donatello alla corporazione dell’arte della seta

Un tour per conoscere una Napoli nascosta, lontana dai consueti itinerari turistici. Prima tappa sarà la piccola chiesa di S. Angelo a Nilo, nota anche come Cappella Brancaccio, dalla famiglia che ne commissionò la costruzione nel 1385. La chiesa conserva importanti testimonianze scultoree, in particolare il sepolcro del cardinale Rinaldo Brancaccio eseguito a Pisa tra il 1426-28 e inviato poi a Napoli dal giovane Donatello. La visita continuerà presso la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo dove la fruizione è stata ampliata grazie al lavoro di un gruppo di giovani riunitisi nell’Associazione “Respiriamo Arte”. Ripercorreremo l’interessante storia della Corporazione dell’Arte della Seta. La visita alla chiesa comprende anche di luoghi prima chiusi al pubblico: i locali dietro l’altare maggiore, la sacrestia, l’ipogeo,  i resti archeologici in cui è possibile osservare testimonianze della Napoli cinquecentesca e romana.

Programma

*************************************************

Domenica 30 luglio

MATTINA_LA Reggia di Portici.  Visita all’Orto Botanico

La Cooperativa Sire vi invita a partecipare alla visita alla scoperta della Reggia di Portici e in particolare alla parte botanica della struttura, sede dal 1935 del Dipartimento di Agraria della Federico II. La Reggia fu costruita nel 1738 per volere del re di Napoli, Carlo di Borbone, e della moglie, Amalia di Sassonia, affascinata dai paesaggi del Sud. Il percorso inizierà dalla visita agli spazi della Reggia utilizzati dal Dipartimento ed aperti al pubblico: l’esedra lo scalone monumentale, le anticamere affrescate. Si proseguirà con la visita all’Orto botanico, che si trova negli spazi degli antichi giardini ed oggi è organizzato per distribuzione geografica e tipologie ambientali: dalla flora del Mediterraneo, alle piante del Centro e Sud America, Australia, Sudafrica e di origine euroasiatica. Se ne visiteranno i diversi spazi, come le serre, il giardino delle felci – uno degli angoli più suggestivi dell’Orto, adiacente al giardino storico – il palmeto.

Programma

 

Giugno 2017

giugno 15, 2017

Venerdì 2 Giugno

MATTINA_I MISTERI DELLA SIBILLA: Il Parco Archeologico di Cuma con l’Antro riaperto

Visita guidata al Parco Archeologico dell’antica Cuma, la prima colonia greca di Occidente fondata nella seconda metà dell’VIII secolo a.C. Oltre all’acropoli, dove sono visitabili i due grandi templi di Apollo e di Giove, testimoni della fase greca, visiteremo l’Antro della Sibilla, da pochissimo nuovamente fruibile dopo anni di chiusura per problemi di sicurezza.

Programma

*************************************************

Sabato 3 Giugno

POMERIGGIO_ IL PETRAIO: PANORAMI TRA I GRADINI: passeggiata in discesa dal Vomero al Corso Vittorio Emanuele,  proseguendo fino a Chiaia

La Cooperativa Sire  vi accompagna lungo il Petraio, un percorso pieno di scorci suggestivi e di angoli pieni di fascino che scende dal Vomero fino al Corso Vittorio Emanuele, seguendo molto probabilmente il corso di un antico alveo torrentizio che scendeva dalla collina.  L’itinerario si snoda attraverso un “borgo” d’altri tempi dove in un’atmosfera sospesa si alternano macchie di verde, portici e improvvisi squarci di panorama.

Programma

POMERIGGIO_ VESUVIAN HAPPY HOURS – LA VALLE DELL’INFERNO: l’occhio del diavolo e la grotta del Vulcano. Storie, fatti e misteri oscuri all’ombra del Vesuvio. Escursione naturalistica ed emozionale per una sera inconsueta

La Cooperativa Sociale Sire ed Umberto Saetta, guida esclusiva al Parco Nazionale del Vesuvio, invitano tutti a partecipare ad un appuntamento unico e suggestivo, un’ escursione serale per appassionati tra natura e tipicità vesuviane alla scoperta di sentieri e panorami mozzafiato del vulcano partenopeo.

Programma

*************************************************

Domenica 4 Giugno

MATTINA_SPLENDORI DI STABIAE: visita a Villa San Marco

Sire Coop ci guiderà in un gradevole percorso alla scoperta dei resti dell’antica Stabia, splendida testimonianza di epoca romana, adagiata sul ciglio del poggio di Varano in una bellissima posizione panoramica. La posizione favorevole permise di edificare molteplici dimore di lusso di notevole estensione, organizzate su più livelli con terrazzamenti.

Programma

POMERIGGIO_UN MISTERO CHIAMATO POMPEI: Villa dei Misteri e dintorni

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la Cooperativa Sire vi invita a scoprire la bellezza dell’antica Pompei e  in particolare di Villa dei Misteri e dell’area circostante.

Programma

*************************************************

Sabato 10 Giugno

MATTINA_ PIEDIGROTTA TRA FEDE E MITO: Dalla Chiesa Di Piedigrotta al Parco Vergiliano

La  visita avrà inizio dalla Chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, ai piedi del costolone di Posillipo, dedicata alla Natività di Maria, eretta a partire dal 1352 sul sito di una precedente cappella dedicata all’Annunciazione, dove già si venerava un’immagine lignea della S. Maria dell’Itria, ancora oggi visibile e venerata dai fedeli.

Programma

Domenica 11 Giugno

MATTINA_ LA PUTEOLI ROMANA: il percorso archeologico sotterraneo del Rione Terra e il Tempio di Serapide

Una interessante mattinata in compagnia di Sire Coop, che vi condurrà alla scoperta della colonia romana di Puteoli, con un itinerario che partirà dal Percorso Archeologico Sotterraneo del Rione Terra grazie al quale scopriremo inaspettate bellezze.

Programma

Domenica 11 Giugno

MATTINA_ PANORAMI IN COSTIERA: Escursione Naturalistica Da Minuta Ad Atrani

La Costiera mette in difficoltà chiunque voglia descriverla in maniera originale e  parlare di torri, castelli, chiese, fiordi, calette, grotte, panorami mozzafiato è davvero difficile. Quello che fu un tempo il ducato d’Amalfi è un fitto agglomerato di piccole città e borghi che occupano le ripide e pittoresche pendici dei monti Lattari e le valli retrostanti con al centro della costa la sua perla, Amalfi.

Programma

*************************************************

AVVISO: sabato 17 e domenica 18 giugno la cooperativa SIRE  non effettuerà visite guidate! Vi aspettiamo il fine settimana successivo.

*************************************************

Sabato 24 Giugno 

MATTINA_ LA FESTA ETERNA:  alla scoperta della Festa dei Gigli di Nola  e del Museo Archeologico

Un itinerario alla scoperta della storia della straordinaria Festa dei Gigli di Nola, tradizione plurisecolare che affonda le sue origini nel V secolo, che rientra nella Rete delle grandi macchine a spalla italiane, dal dicembre del 2013 inserita nel Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO

Programma

MATTINA_Dalla grotta al mare: visita alla grotta di Seiano e al Parco archeologico del Pausilypon

Visita alla Grotta di Seiano e, al di là del traforo, ai resti della villa di Publio Vedio Pollione, poi villa Imperiale, con il teatro, l’odeion e il meraviglioso panorama sulla Gaiola da un lato e tutta la costa flegrea fino a Procida dall’altra!

Programma

*************************************************

Domenica 25 Giugno 

POMERIGGIO_E TE PORTO P’E QUARTIERI: visita a i Quartieri Spagnoli

Vi invitiamo ad un affascinante itinerario che ci permetterà di scoprire le ricchezze storico-artistiche dei Quartieri Spagnoli, sorti nel XVI secolo per volere di don Pedro de Toledo tra il Castel Sant’Elmo e la nuova strada a lui intitolata, destinata a collegare il centro della città con il Palazzo Vicereale.

Programma

*************************************************